Finanziamenti Sace Simest: cronaca di un disastro annunciato

da | 7 Giu 2021

Senza girarci troppo intorno, quello andato in scena lo scorso 3 giugno è stato un autentico disastro sul fronte delle agevolazioni alle imprese. Lo sportello online di Sace Simest, tramite il quale sarebbero dovute transitare le domande di contributo, è stato a lungo inaccessibile prima di chiudere anticipatamente venerdì 4 giugno. Un vero e proprio flop, che merita però un approfondimento. È doveroso, infatti, ripercorrere tutte le tappe che hanno portato a questo pessimo risultato in termini pratici che d’immagine.

Finanziamenti Sace Simest

Settembre 2020: al via il bando per i finanziamenti Sace Simest

Va in scena la prima versione del bando che prevede anche una quota a fondo perduto. Nonostante qualche intoppo, il portale di Simest regge l’urto di moltissimi accessi contemporanei e, al di là di qualche problema ampiamente preventivabile, imprese e consulenti riescono a presentare le domande in maniera efficace. Risultato: aziende e consulenti molto soddisfatti, lo strumento ha dato ossigeno in un momento di grande difficoltà economica e finanziaria.

Fine 2020- inizio 2021: ipotesi di rifinanziamento

Iniziano a circolare bozze di un rifinanziamento della misura agevolativa di Sace Simest, nonostante la situazione politica in Italia configuri i contorni di una vera e propria crisi. Crisi che si materializza puntualmente nei primi mesi del 2021 fino alla caduta del governo Conte-bis e alla nomina di Draghi.

Marzo 2021: patrimonializzazione Sace Simest

Le imprese mostrano nuovamente interesse per le misure di Sace Simest, con particolare attenzione a quella sulla patrimonializzazione. Verosimilmente tutti gli addetti ai lavori sono a conoscenza del fatto che la quota a fondo perduto sarà più bassa rispetto alla versione 2020, ma ciò non toglie interesse nei confronti di questa misura che comunque porta liquidità nelle aziende, generando un grande supporto in una fase delicata.

Maggio 2021: conferma della nuova data di apertura

Viene confermata da parte di Sace Simest la data del 3 giugno come giorno di apertura dello sportello online per presentare le domande di contributo. Tuttavia, non si conoscono le linee guida della misura, i requisiti e le modalità di accesso. Di fatto, a poco meno di una settimana dall’apertura dello sportello e tramite fonti non ufficiali, si ipotizza che la quota a fondo perduto verrà esclusa dalla linea patrimonializzazione e sarò destinata soltanto (e in percentuale più bassa) ad altre linee.

Fine maggio-inizio giugno 2021: notizie frammentarie e confusione

Sul sito di Sace Simest iniziano a comparire informazioni ufficiali, seppur in continuo aggiornamento e senza un vero e proprio filo conduttore che ne permetta una fruizione agevole. Il portale mostra inoltre una sezione di Faq che vien costantemente aggiornata, rendendo ulteriormente più complicata la situazione per imprese e addetti ai lavori. Inoltre, non si conosce l’orario di apertura dello sportello.

Tra le novità pubblicate, inoltre, figurano due notizie di non poco conto:

  • la necessità delle imprese di aprire un conto corrente bancario dove poggiare tutte le transazioni per l’accesso alla misura;
  • la necessità di chiudere e depositare il bilancio del 2020. Questa novità, inoltre, è in evidente contrasto con la proroga del 30 giugno come data ultima per l’approvazione e il deposito dei bilanci.

Risultato? Ulteriore confusione a poche ore dall’apertura ufficiale. Benissimo.

 3-4 giugno 2021: apertura sportello

Lo sportello apre, ma accedendo viene mostrata una “coda virtuale” che ricorda molto il primo lockdown e i tentativi di fare la spesa online. Il problema, è che questa fila risulta chilometrica e non diminuisce mai. Nonostante diversi tentativi di accesso da postazioni differenti, il risultato non cambia: è impossibile accedere e presentare le domande. Il giorno successivo il portale di Sace Simest viene “sospeso a causa del massiccio afflusso di domande”.

Bando brevetti+ al via: domande a partire dal 28 settembre

Prende il via il prossimo 28 settembre alle ore 12:00 il bando Brevetti +, la misura che prevede contributi alle imprese per la valorizzazione economica dei brevetti. Chi può presentare domanda? Potranno presentare domanda di accesso le PMI, anche di nuova...

leggi tutto

In arrivo contributi a fondo perduto per le nuove imprese

La Giunta di Regione Lombardia ha stanziato complessivamente 4 milioni di euro per un bando destinato alle nuove imprese. La Regione intende quindi sostenere l’avvio di nuove imprese del commercio, terziario, manifatturiero, artigiani e l’autoimprenditorialità quale...

leggi tutto
NEWSLETTER
Privacy Policy Cookie Policy
Privacy Policy Cookie Policy