Bando e-commerce 2020: regione Lombardia stanzia risorse a favore dell’export digitale

da | 26 Giu 2020

Per dare nuovo slancio alle imprese arriva anche Bando e-commerce 2020: Regione Lombardia e le Camere di commercio lombarde hanno deciso infatti di sostenere le MPMI che intendono sviluppare e consolidare la propria posizione sui mercati tramite lo strumento dell’e-commerce, incentivando l’accesso a piattaforme cross border (B2B e/o B2C) e/o sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile).

Bando e-commerce 2020

La finalità del bando nasce dall’esigenza di fornire una valida alternativa per le imprese che hanno dovuto, per ovvie ragioni legate all’emergenza Covid-19, valutare soluzioni diverse per non rinunciare definitivamente alle esigenze di export, orientando i propri investimenti su piattaforme digitali e rinunciando ai consueti eventi fieristici.

Chi sono i beneficiari?

L’accesso al bando è aperto a tutte le micro, piccole e medie imprese lombarde. Il contributo previsto è a fondo perduto, con limite massimo di 10.000 euro e coprirà il 70% delle spese ammesse e sostenute. Ogni impresa potrà presentare una sola domanda con un investimento minimo di 4.000 euro.

Quali spese sono ammesse?

Tra le spese ammissibili figurano: accesso ai servizi online di vendita, strategie di comunicazione e marketing, progettazione e manutenzione di siti e-commerce, acquisizione e utilizzo di sistemi di smart payment, campagne di digital marketing, ecc.

Come procedere?

Al momento della presentazione della domanda, le imprese interessate dovranno avere già individuato il portafoglio prodotti da proporre sul canale di vendita online, i mercati esteri di destinazione e uno o più canali specializzati di vendita online, selezionati in coerenza con gli obiettivi di prodotto e dei mercati di destinazione.

Le domande possono essere presentate fino alle ore 12 dell’11 settembre 2020.

Il contributo verrà concesso con procedura valutativa a graduatoria secondo il punteggio assegnato al progetto. La data di presentazione della domanda non dà diritto ad alcuna prelazione: lo sportello di presentazione delle domande rimarrà aperto fino alla data sopra indicata.

 

 

Le novità di Sace Simest per potenziare l’export

L’emergenza Covid-19 e la successiva adozione del piano “Garanzia Italia” hanno generato grande attenzione mediatica verso Sace Simest, società del gruppo Cassa Depositi e Prestiti, specializzata nel sostegno alle imprese italiane che vogliono crescere nel mercato...

leggi tutto

Safe working – io riapro sicuro: al via dal 28 maggio

Ufficializzata la data di apertura del bando "safe working – io riapro sicuro": da giovedì 28 maggio alle ore 10 sarà infatti possibile presentare le domande di contributo (fino al 10 novembre salvo esaurimento risorse disponibili). Chi sono i beneficiari? Sono...

leggi tutto

Riflessioni sul lavoro agile in tempo di pandemia

Ormai tutti sanno cos'è il lavoro agile o, che dir si voglia, smart working ma, al tempo della pandemia, l’istituto, per una logica legata allo stato emergenziale, è stato decisamente stravolto e, ancor più, snaturato. Andare a snaturare il lavoro agile come un...

leggi tutto
NEWSLETTER
Privacy Policy Cookie Policy
Privacy Policy Cookie Policy
Share This